Una classe A in edilizia ha l’incidenza sul costo di costruzione rispetto a un edificio tradizionale che varia dal 5 al 10%, ma i risparmi ottenuti per il riscaldamento sono nell’ordine di 1000\2000 euro all’anno. E’ altrettanto risaputo che le perdite termiche attraverso le finestre corrispondono a circa il 25% delle perdite totali di un edificio o di un appartamento .

Così sostituire i serramenti non solo fa migliorare la qualità della propria vita ma fa anche risparmiare. Certo occorre che le nuove finestre siano prestazionali e posate con i dovuti accorgimenti. E questo, la Mi.Ba., azienda avellinese che fra qualche anno festeggerà i propri primi 40 anni di vita, lo sa perfettamente, proponendo finestre senza “mezze misure”.

Finestre nate per sedurre, fatte per esaltare il bello del Made in Italy e allo stesso tempo “risparmiose”. Infatti, la Mi.Ba. propone finestre esteticamente ricercate realizzate con l’utilizzo di esclusive tecniche e materiali innovativi che assicurano ottime capacità di isolamento termico anche nelle condizioni più estreme, garantendo un sensibile risparmio energetico.

Le finestre Mi.Ba. arrivano, con opportuna vetrazione, ad una trasmittanza termica di 0,60 W/m2K utilizzabile anche come componente per case passive. Non va dimenticato che l’abbattimento del consumo energetico va anche a vantaggio del nostro ambiente, con la riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera. Inoltre  va ricordato che quando l’intervento di sostituzione prevede anche il contributo fiscale del 65%, è dimostrato che la spesa viene totalmente recuperata in 6-7 anni,trasformandosi in un vero e proprio investimento con un rendimento medio superiore al 10%.

Rivolgendosi a Mi.Ba. si potrà ottenere un preventivo di spesa dettagliato